Gestione collaborativa dei fornitori: come velocizzare le fasi di qualificazione dei fornitori alternativi e di Rfx

Di fronte al diffondersi della pandemia Coronavirus, le aziende si trovano a dover garantire la continuità operativa definendo procedure chiare per migliorare i processi che evidenziano maggiori criticità. Sfruttare piattaforme tecnologiche in grado di mitigare gli impatti sui processi upstream della propria Supply Chain rappresenta il primo passo verso una gestione collaborativa dei fornitori, che consente di  controllare interruzioni di fornitura e ottimizzare relazioni, tempi e costi di gestione.

La reattività nella ricerca dei fornitori alternativi e la loro qualificazione diventa un fattore cruciale per la business continuity: la qualificazione deve soddisfare sia criteri di qualità sia criteri di posizionamento geografico imposti da questo momento storico. Gli strumenti digitali permettono non solo di aumentare il numero dei fornitori da coinvolgere ma soprattutto abilitano una raccolta sistematica della documentazione così da poter effettuare delle scelte in tempi brevi con il maggior numero di dati possibili.

Il supporto di piattaforme collaborative risulta chiave anche nella fase di gestione dell’offerta (RFx) rendendola più veloce grazie al meccanismo di negoziazione dinamico e collaborativo che controlla lo stato delle risposte e inoltra adeguati promemoria e gestisce in modo automatico l’assegnazione del contratto.

Supply Chain Interactive Collaboration è il servizio cloud di TESISQUARE che permette di assegnare e tenere sotto controllo le fasi di esecuzione della fornitura grazie a un processo agile di interazione con i fornitori:

    • Qualifica fornitori alternativi;
    • Rfx;
    • Order management: processo automatico di monitoraggio della conferma dell’ordine ed esecuzione della fornitura.

 

Scopri di più