Fatture Elettroniche: aggiornamento normativo e modifiche al tracciato XML

L’Agenzia delle Entrate ha introdotto, con il provvedimento 99922 del 28/02/2020, alcune modifiche alle specifiche tecniche della Fatturazione Elettronica.

Queste le principali novità:

  • Sono state approvate le specifiche tecniche versione 1.6 di cui all’allegato A del provvedimento sopracitato, che sostituiscono, con decorrenza 4 maggio 2020, le specifiche tecniche di cui all’allegato A del provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate n. 89757 del 30 aprile 2018. Al fine di garantire la progressiva entrata a regime delle novità, la norma stabilisce che, fino al 30 settembre 2020, sarà possibile effettuare la registrazione utilizzando tanto il nuovo sistema quanto quello attuale (1.5). Il nuovo tracciato sarà disponibile su base facoltativa dal 4 maggio. A partire dal 1° ottobre 2020 sarà inderogabilmente accettato dal Sistema di Interscambio solo ed esclusivamente l’utilizzo del nuovo tracciato (1.6), pena la non accettazione delle fatture.
  • Slitta al 4 maggio prossimo il termine ultimo per l’adesione al servizio di consultazione delle fatture elettroniche per gli operatori IVA o per i loro intermediari appositamente delegati sull’area riservata “Fatture e Corrrispettivi”. Per quanto concerne i consumatori finali, possono consultare le fatture ricevute, sempre previa adesione al servizio dell’Agenzia delle Entrate, dal 1 marzo 2020.

 

CONTATTA IL NOSTRO TEAM PER ULTERIORI INFORMAZIONI

 

PRINCIPALI MODIFICHE TECNICHE IN VIGORE DAL 4 MAGGIO 2020

  • Tipo documento”: vengono aggiunte nuove tipologie di documento funzionali alla corretta contabilizzazione e alla precompilazione dei registri IVA (tab. 1).
  • Natura documento”: vengono aggiunti nuovi codici per rappresentare casistiche più puntuali, per la corretta contabilizzazione e per la precompilazione dei registri IVA (tab. 2).
  • Tipo ritenuta”: il blocco è reso ripetibile e vengono aggiunte nuove tipologie di ritenute (tab. 3).
  • Introduzione del nuovo attributo “SistemaEmittente”, per finalità di natura puramente informativo/statistica. Il campo è opzionale e consente di identificare il sistema attraverso il quale è stato prodotto il file XML.
  • Modifica del type di Importo in “ScontoMaggiorazioneType”, adeguamento della lunghezza dei decimali del campo <Importo> a 8 decimali, alla stregua di <PrezzoUnitario> e <PrezzoTotale> (invece degli attuali 2 decimali).
  • Il campo “ImportoBollo” passa da obbligatorio a facoltativo. L’importo nel campo “DatiBollo” sarà sempre uguale a 2.
  • Modifica della definizione di “EmailType”; al fine di ridurre i casi di valorizzazione del campo <PECDestinatario> con un indirizzo non corretto è stato introdotta una restrizione di natura formale attraverso l’applicazione di una espressione regolare.
  • Aggiunta modalità di pagamento “MP23 Pago PA”.
  • CausalePagamento”: il codice della causale del pagamento corrisponde a quello utilizzato per la compilazione del modello CU. I valori ammessi sono quelli della CU, consultabili alla pagina delle istruzioni di compilazione del modello.
  • Modifiche sulle segnalazioni di errore:
      • Modificata la descrizione dell’errore 00420 sulle fatture.
      • Introdotti nuovi controlli sulle fatture con codici 00443, 00444, 00445,00471, 00472, 00473, 00474.
      • Modificati i criteri di controllo per gli errori 00404 e 00409 sulle fatture.
      • Modificata la descrizione dell’errore 00400 sui dati fattura.
      • Introdotti nuovi controlli sui dati fattura con codici 00321, 00325 e 00448