NSO: partenza prorogata

Il 25 settembre, durante l’incontro tra il MEF, le Regioni e le Associazioni di Categoria in vista dell’entrata in vigore dell’Obbligo di invio elettronico dell’Ordine tramite

NSO – Nodo Smistamento Ordini

è stata deliberata la proroga della data di avvio, che sarà scaglionata per consentire un cambiamento graduale.

Tale decisione si è resa necessaria poiché gran parte degli Enti pubblici non sarebbero stati in grado di utilizzare il sistema di interscambio nei tempi previsti dal Decreto Legge con gravi ripercussioni procedurali sia per gli Enti Pubblici che per i loro Fornitori.

Queste le nuove date previste:

  • 1° febbraio 2020 ordine elettronico per l’acquisto di beni da parte degli Enti del SSN.
  • 1° gennaio 2021 non pagabilità delle fatture relative a beni che non contengano il riferimento all’ordine elettronico.
  • La partenza degli ordini elettronici per gli acquisti relativi ai servizi è ulteriormente rimandata.

Nei prossimi giorni verrà pubblicato sul sito della Ragioneria Generale dello Stato un avviso formale delle proroghe condivise durante la riunione.

Il nuovo decreto ministeriale, necessario per apportare le modifiche all’attuale testo della norma (Decreto MEF del 7 dicembre 2018), verrà ufficializzato dopo il 1 ottobre 2019.

La piattaforma NSO resta utilizzabile su base volontaria qualora Ente e Fornitore siano già in grado di procedere all’invio e ricezione di ordini elettronici.

Continua a seguirci per restare aggiornato!